Che cos'è un marketplace e come funziona?

mercato

Lo shopping online sta diventando sempre più comune. Molti stanno iniziando a rinunciare alla paura dello shopping online e le aziende hanno anche visto che l'eCommerce può essere una soluzione molto redditizia per realizzare profitti. Ma, all'interno dei tipi di attività online, i mercati sono in forte espansione, un modello di business in cui si sfrutta la visibilità e si ottengono buoni risultati.

ma, Che cos'è un mercato? Come funziona? È davvero buono come pensi? Se stai pensando a questo argomento, sarai interessato a conoscere tutte le informazioni che possiamo darti di seguito.

Cos'è un mercato?

Cos'è un mercato?

Partiamo dal primo, sapendo esattamente cos'è un marketplace ea cosa ci riferiamo. Devi capire che questo concetto si riferisce a a piattaforma in cui è inquadrato, non solo un'azienda, un'azienda, un marchio, ma molti di essi. Ad esempio, immagina di creare un sito Web denominato "The Appliance Store". Lì, come azienda, saresti. Ma si scopre che hai un amico che ha anche un'attività e che collabora con te per vendere i suoi prodotti sul tuo sito web.

Il tuo catalogo aumenta, ma allo stesso tempo diventi un mercato, perché è come se creassi un mercato in cui più aziende venderanno i loro prodotti.

Ancora più semplice: immagina i mercatini nelle città. Hanno bancarelle di frutta, bancarelle di pesce, macellerie, ecc. Bene, il mercato è lo stesso, è come un centro commerciale dove vendi molti più prodotti e fai da intermediario tra clienti e venditori (nel caso in cui tu sia quello che crea quel modello di business).

Marketplace vs eCommerce

Per te è meglio un eCommerce o è meglio un marketplace? Ebbene, la verità è che sono modelli di business molto diversi, ma non sono esclusi.

Come sapete Un eCommerce è un negozio online in cui vengono venduti i prodotti. Sei tu che ti occupi di portarli al cliente e ti occupi di rendere visibile la tua attività.

Inoltre, il mercato è un "conglomerato" di negozi in cui occupi un posto. In questo modo, quando un cliente chiede qualcosa, glielo invii, ma non devi preoccuparti di pubblicizzare la tua attività o della manutenzione di quel sito web, poiché se ne occupa il proprietario di quel marketplace. Molte volte i prodotti non devono nemmeno essere venduti da te, ma è la piattaforma che se ne occupa, oltre a occuparsi di essere un intermediario tra clienti e venditori.

E perché diciamo che non sono esclusi? Bene, perché puoi avere il tuo eCommerce e, allo stesso tempo, far parte di un marketplace. In effetti, abbiamo l'esempio più chiaro su Amazon. In esso troverai migliaia di negozi che hanno deciso di entrare nel loro catalogo e che vendono i loro prodotti. Ma allo stesso tempo, molti hanno le loro pagine web in cui fungono da negozio (di solito con prezzi simili o inferiori a quelli di Amazon) quindi puoi acquistarli attraverso entrambi i canali.

Vantaggi e svantaggi

Vantaggi e svantaggi di un marketplace

Tutto ciò che è buono ha qualcosa di brutto. E al contrario. Nel caso di un marketplace non possiamo dirti che andrà tutto bene, ma che ha i suoi vantaggi ma anche i suoi svantaggi e, mettendoli entrambi su una bilancia, ti aiuterà a decidere se farne parte o continuare come prima.

In generale, i vantaggi che puoi trovare sono:

  • Avere tutto. Essendo una piattaforma che racchiude diverse attività, è quasi impossibile non trovare quello che stai cercando. Inoltre, avrai gli stessi prodotti con prezzi diversi, quindi non dovrai cercare separatamente per trovare quello migliore.
  • Visibilità. Perché i tuoi prodotti, e in generale la tua attività, potranno beneficiare del marketing del marketplace, facendoti andare oltre.
  • Hai un canale di vendita extra. Perché, come abbiamo detto, essere in un marketplace non significa dover rinunciare al proprio eCommerce. Puoi continuare a vendere ma avere un posto in più per realizzare un profitto.
  • Vendita internazionale. La maggior parte dei mercati opera a livello globale, consentendoti di acquistare da qualsiasi parte del mondo. Certo, puoi impostare i prezzi per inviare i prodotti, cioè non perderesti, ma piuttosto vinceresti.
  • Posizionamento. Se non te ne sei accorto, te lo diciamo noi: questo modello di business è sempre molto ben posizionato, cioè esce dai primi risultati in Google. E questo è un bonus.

Ora, nonostante tutti questi vantaggi (ce ne sono altri), anche sorgono problemi o svantaggi. Ad esempio:

  • Avrai meno vantaggi. Questo perché, per appartenere al marketplace, devi pagare un canone mensile e, inoltre, trattengono una commissione sulle vendite che fanno.
  • Ci sono costi di outsourcing. Nel senso che devi immagazzinare i prodotti, rispettare i tempi di consegna, resi, ecc. Di solito puoi chiedere loro di occuparsene, ma la commissione potrebbe essere più alta.
  • Al momento non è addebitato. Possono volerci settimane o mesi per essere pagati, cosa che, nel tuo eCommerce, è al momento.
  • Al fianco della concorrenza. Qui è più difficile non eguagliare la concorrenza. È anche difficile differenziarsi da lei.
  • Il vero "padrone" è il mercato. Decide quali prodotti vedere e cosa non vedere, cosa comprare e cosa no. E, naturalmente, questo è un grande svantaggio perché, se non visualizzano i tuoi prodotti, non sarai in grado di vendere.

Tipi di mercato

Tipi di mercato

Ora che sai un po' di più su cos'è un mercato, dovresti anche sapere che ci sono tre tipi ben definiti di questi mercati:

  • Quelle di prodotti, basate sulla vendita di prodotti offerti dai negozi annessi a questo modello.
  • Quelle dei servizi, offrendo non prodotti in sé, ma servizi o lavori per poter soddisfare le esigenze dei clienti.
  • Lavoro, cioè quelli che mettono in contatto le aziende con i professionisti. Questi sono i più difficili da mettere in relazione con questo concetto di macro-negozio.

Esempi

Pensare a un mercato è molto facile in questo momento. Ad esempio, hai Amazon, Aliexpress, eBay, Wish, Joom… Ma ce ne sono anche altri che non hai realizzato, ma che sono diventati proprio questo. Ad esempio El Corte Inglés, Fnac, Carrefour, ecc.

Tutti vendono i loro prodotti ma, attraverso Internet, danno la possibilità di ampliare il loro catalogo con altri prodotti gestiti da terze parti, venditori che utilizzano le loro piattaforme per rendere visibile ciò che vendono.

Ora che sai di più su questo modello di business, parteciperesti a un mercato? Sei in uno? Raccontaci la tua esperienza.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.