Esempi di newsletter e come crearne una efficace per la tua azienda

Una volta che il destinatario ha deciso di aprire l'email in base alla promessa nella riga dell'oggetto, il contenuto effettivo della tua newsletter deve mantenere tale promessa.

Se la tua campagna non mantiene la promessa che ha costretto il lettore a fare clic in primo luogo, avranno tutte le ragioni per ignorare non solo quell'email, ma anche il tuo marchio. La loro attenzione può essere diretta a qualcos'altro nella tua casella di posta, privandoti dell'opportunità di guidarli ulteriormente nel loro percorso di acquisto.

Siamo stati tutti sottoposti a innumerevoli esempi di newsletter via e-mail senza valore, il che significa che tutti dovrebbero avere un'idea abbastanza chiara di che aspetto abbia una cattiva. Le newsletter via e-mail sono molto comuni e quasi tutte le aziende le utilizzano in qualche modo ... quindi perché così tante di esse mancano di qualità?

Creazione di newsletter e-commerce

Sembra che anche i professionisti del marketing che stanno costruendo queste campagne poco brillanti siano esposti a cattivi esempi, ma molti di loro non sono in grado di elaborare una solida strategia per fornire contenuti convincenti che manterranno il loro pubblico interessato.

Quindi tuffiamoci nella creazione di newsletter di e-commerce di successo che renderanno felici i tuoi destinatari di aver deciso di continuare il loro viaggio con il tuo marchio.

Enfatizzare la sostanza e il valore in ogni spedizione.

Non tutti i tipi di messaggi di marketing sono uguali. Ma l'idea generale alla base di una comunicazione di marketing efficace è la stessa su tutte le piattaforme: fornire sostanza e valore.

Ci sono molti altri dettagli che contribuiscono alla creazione di contenuti e-mail di alta qualità, come il design, la personalizzazione e la segmentazione dei clienti, ma se non hai sostanza e valore al centro del tuo messaggio, fallirai e questo non si connetterà con il pubblico.

Nonostante la varietà di newsletter di e-commerce, non solo ci sono marchi che lo fanno bene, ma ci sono anche risposte dei clienti che premiano quelli che sono efficaci. Abbiamo scoperto che nonostante abbiano un filtro di 8 secondi e un diffuso disinteresse per l'email marketing, Gen Z e millennial allo stesso modo preferiscono rimanere in contatto con i marchi tramite e-mail.

Il segreto? Fornisci valore

Quando si tratta di inviare e-mail con cui i membri di qualsiasi generazione possono interagire, è più importante che mai ottimizzare per le piattaforme mobili, poiché oltre il 50% delle campagne viene aperto su dispositivi mobili. E il valore è ancora fondamentale, quindi alcune modifiche alla posta in arrivo, come la scheda delle promozioni di Gmail, possono essere davvero positive, poiché è più probabile che gli abbonati vedano quella scheda specificamente quando vogliono cercare offerte di acquisto.

Tutto ciò indica un pubblico più attivo, poiché i marchi non devono più competere direttamente con altri contenuti, come la corrispondenza personale, nelle caselle di posta dei destinatari.

Il problema principale è che le newsletter via e-mail tendono a restare unite semplicemente perché i professionisti del marketing pensano che sia un imperativo operativo averne una.

Devi definire chiaramente la tua strategia per raccontare una storia coerente che aggiunge valore a un pubblico specifico e lo guida attraverso le varie fasi del processo di acquisto. E deve integrarsi e coordinarsi con la struttura più ampia delle tue strategie di marketing e vendita.

Se praticato correttamente, l'email marketing per i marchi di e-commerce può creare una connessione cruciale e duratura tra il cliente e il marchio, portando un valore duraturo a entrambe le parti. Dai un'occhiata a questo esempio della compagnia di viaggi online Booking.com, che offre guide della città insieme a CTA per gli alloggi.

La tua newsletter deve avere uno scopo

Quando sono al meglio, le newsletter via e-mail condividono una storia avvincente con il lettore. Sono informativi, educativi e forniscono istruzioni chiare su come il lettore deve procedere se vuole ottenere più valore per la sua vita o per i suoi obiettivi.

Le newsletter di e-commerce si collegano direttamente con i clienti.

In primo luogo, le newsletter via e-mail possono trasmettere una densa quantità di informazioni molto rapidamente. Mentre i tweet generalmente devono fare riferimento a un collegamento a qualcosa di più sostanziale, oi cartelloni pubblicitari devono attirare l'attenzione del pubblico con messaggi importanti, le newsletter via email possono trasmettere una quantità sorprendente di informazioni utili al lettore nel loro formato.

Sebbene le newsletter di e-commerce spesso contengano anche collegamenti (di solito sotto forma di CTA), possono anche essere risorse informative autonome.

Le tue newsletter devono essere personali.

Le e-mail sono estremamente personali e vengono consegnate a un lettore molto specifico. Quando crei un annuncio televisivo o radiofonico, o anche un annuncio per un sito Web o un canale di social media, non hai davvero tanto controllo su chi lo vede oltre all'analisi dei dati demografici.

Quando invii una newsletter via email, stai fornendo quel contenuto a un pubblico specifico, consentendo una personalizzazione e un coinvolgimento efficaci con quell'iscritto. Il cliente di Campaign Monitor Winkelstraat.nl segmenta le sue newsletter in base a dati demografici e interessi per mostrare promozioni ai clienti interessati.

È anche importante notare che le newsletter via e-mail possono fornire un coinvolgimento coerente con i tuoi clienti e la loro efficacia può essere monitorata e misurata in modo complesso. L'automazione del marketing innovativa ti consente di ottenere risultati incredibili con le tue newsletter via e-mail ed è possibile comunicare valore frequentemente ed efficacemente a un vasto pubblico a costi relativamente bassi.

Imposta la priorità corretta

Imposta la giusta priorità per il marketing tramite newsletter via e-mail.

Prima di entrare nei diversi tipi e componenti specifici di una fantastica newsletter via e-mail, vale la pena valutare se una newsletter di e-commerce è o meno adatta alla tua attività.

Sebbene le newsletter via e-mail siano una strategia praticabile per molte aziende, in alcune situazioni può essere più fruttuoso perseguire altre opportunità, proprio come quando si considera qualsiasi altro strumento di marketing. L'e-commerce è generalmente un settore che trae vantaggio dalle newsletter via e-mail, ma un esame delle realtà aziendali specifiche della tua organizzazione ti dirà se è probabile che la strategia ti ripaghi o meno.

Allinea il marketing della newsletter via e-mail con obiettivi di business più ampi.

Il primo passo in tale valutazione è un'attenta considerazione degli obiettivi aziendali. Devi definire in modo specifico cosa speri di ottenere da una campagna di email marketing tramite newsletter.

Se stai cercando di coltivare le tue relazioni di abbonati in modo più efficace, puoi avere successo quasi istantaneamente con una campagna di newsletter ben pianificata. Inoltre, se desideri incentivare le conversioni per il tuo sito Web, la creazione di contenuti accattivanti per le newsletter potrebbe aiutarti a guidare in modo esperto i tuoi potenziali clienti attraverso il percorso di acquisto dei clienti, con conseguente maggiore percentuale di vendite per ogni visitatore del sito web.

In alternativa, se i tuoi principali obiettivi di marketing non si allineano facilmente con ciò per cui le newsletter via email sono progettate, potrebbe essere meglio spendere i tuoi soldi altrove. Cercare di mantenere un'iniziativa di newsletter via e-mail che non è supportata dalle risorse, dalla pianificazione e dalla cura adeguate può essere molto più dannoso che non inviare affatto newsletter.

Ad esempio, se uno dei tuoi obiettivi principali è aumentare le vendite attraverso le partnership, dovresti considerare di spendere più risorse per creare un ambasciatore del marchio e un programma per rivenditori. Ma d'altra parte, potresti anche creare una newsletter specifica per i membri che fornisce informazioni e notizie dietro le quinte.

Assegna le risorse giuste

Un'altra considerazione importante in questa decisione è fare una valutazione onesta della disponibilità delle risorse del tuo marchio nel perseguimento dei tuoi obiettivi di newsletter.

Non lo sottolineeremo mai abbastanza: se l'implementazione della tua campagna di newsletter è casuale, sfocata e priva di valore, non è il momento giusto per intraprendere questa strada. L'automazione del marketing può aiutarti a ottenere risultati e scalare la tua campagna di posta elettronica man mano che la tua azienda cresce, ma hai ancora bisogno della capacità e della volontà di dedicare abbastanza all'iniziativa per assicurarne il successo.

Prima di iniziare, decidi un budget plausibile, un programma di disponibilità per coloro che contribuiranno e un piano per ottenere supporto per l'iniziativa da altre aree dell'azienda (IT, risorse umane, design). Una volta che hai una chiara comprensione dei requisiti della campagna di newsletter elettronica proposta, insieme alle risorse disponibili, sarai in grado di lavorare con le parti interessate coinvolte per prendere una decisione informata sulla fattibilità del programma per il tuo marchio.

In media, i rivenditori inviano da due a cinque email di newsletter di e-commerce ogni mese. Ciò significa che gli e-mail marketer creano dozzine di e-mail ogni anno e la maggior parte dei rivenditori ha interi team dedicati alla loro funzione. Perché? Perché le statistiche di email marketing mostrano che l'email ha il più alto ritorno sull'investimento e il più alto coinvolgimento tra i canali di marketing.

C'è un ROI che può essere ottenuto

Ok, quindi le campagne di newsletter di e-commerce sono importanti ... ma semplicemente inviarle non è sufficiente. Devono essere attraenti, altrimenti ti invieranno alla casella di posta spam oi clienti annulleranno completamente l'iscrizione. Quindi cosa spinge il coinvolgimento dell'email marketing?

  1. Newsletter con contenuti video

Il video come mezzo per il consumo di contenuti sta solo guadagnando popolarità. Le aziende che utilizzano i video per scopi di marketing registrano un aumento del 41% del traffico sui propri siti. Ma c'è un problema: la qualità conta ... molto. Il 62% dei consumatori ha maggiori probabilità di avere una percezione negativa di un marchio che pubblica contenuti scadenti.

Anche l'utilizzo di video nelle e-mail funziona. I fornitori affermano che i video aumentano la percentuale di clic del 55% e il tasso di conversione del 55% e del 24%. Quindi come li incorpori?

Esistono diversi modi:

Utilizza un'immagine con un controller di "riproduzione" e collegala alla sorgente video effettiva sul tuo sito web, blog o canale YouTube.

Usa una GIF animata creata dal tuo video nell'email che si collega alla sorgente video effettiva.

Incorpora il video effettivo nell'e-mail in modo che il cliente possa visualizzarlo senza dover andare altrove.

Nota: non tutte le piattaforme di posta elettronica supportano la tecnologia HTML5 e solo il 58% dei destinatari sarà in grado di riprodurre un video incorporato nell'e-mail. Il resto, inclusi gli utenti di Gmail, Yahoo e Outlook, vedrà un'immagine di backup. L'immagine con il controller "Play" è la scommessa più sicura.

Quali video devo condividere?

I video dovrebbero adattarsi al contenuto della newsletter: creare valore aggiunto o introdurre qualcosa. Ecco alcuni esempi.

  1. Una demo di una nuova collezione

Ad esempio, supponiamo che tu sia un venditore di e-mail presso la Giorgio Armani Fashion House. La tua nuova campagna email introdurrà nuovi articoli della collezione di abbigliamento donna primavera / estate 2016. Puoi aggiungere l'immagine con il comando "Riproduci" dal video della nuova collezione su YouTube o creare un'immagine GIF animata e collegarla a YouTube.

  1. Idee su cosa fare con gli articoli acquistati

Diciamo che vendi sciarpe. Puoi aggiungere un video che descriva i molti modi per trasportare un prodotto nuovo o più venduto. Oppure, se vendi accessori da donna, aggiungi un video su come incartare bene i piccoli regali.

Pensa alla personalità del tuo cliente. Quali altri aspetti del loro stile di vita puoi aiutare a educare o informare, soprattutto in relazione al tuo prodotto?

  1. Testimonianze dei clienti - Sblocca video, recensioni

Se hai un video dei tuoi clienti che parlano del tuo marchio, aggiungilo. Il feedback positivo rassicura i clienti e li incoraggia a effettuare un acquisto. Guarda questo video di sblocco. Presenta bene il prodotto e ha migliaia di visualizzazioni. Puoi utilizzare campagne email dedicate per seguire i clienti dopo l'acquisto e incoraggiarli a inviare qualcosa.

  1. Newsletter con immagini GIF animate

I messaggi promozionali animati possono raccontare una storia e catturare l'attenzione del cliente meglio di qualsiasi immagine statica. Usali per le tue attività di email marketing per aumentare il coinvolgimento e i clic.

Puoi creare campagne GIF simili con un software professionale. Se non hai le competenze o le persone giuste nel tuo team per farlo, prova questi semplici generatori di GIF:

  1. Newsletter che annunciano concorsi

L'estate è un ottimo momento per annunciare le competizioni. Le persone si sentono rilassate, avventurose e pronte per l'intrattenimento. Per ottenere il massimo dalle tue campagne, sii creativo e offri un'esperienza online unica per gli utenti.

Questo gratta e vinci può tornare utile. I venditori di posta elettronica lo utilizzano per ospitare lotterie per vincere la spedizione gratuita o un regalo. Il gratta e vinci è disapprovato da tutti i client di posta elettronica, comprese tutte le versioni di Outlook.

  1. Newsletter con conto alla rovescia

Per i saldi primaverili ed estivi: utilizza offerte limitate e includi un conto alla rovescia nelle tue e-mail. Aiuta quando lanci una campagna a tempo limitato e crea anche l'urgenza per i clienti di acquistare più velocemente.

Puoi creare questo tipo di timer con strumenti come Motionmailapp.com, emailclockstar.com e freshelements.com. Genereranno un codice HTML in modo da poterlo copiare e incollare nel campo del codice HTML dell'editor di posta elettronica.

  1. Newsletter con consigli personalizzati

L'aggiunta di consigli nelle e-mail può portare a un aumento del 25% delle vendite e del 35% delle percentuali di clic. Strumenti come Nosto genereranno un codice HTML che ti consentirà di includere prodotti nella tua campagna email in base agli acquisti precedenti.

Queste e-mail personalizzate saranno utili per l'invio di newsletter promozionali, nonché e-mail post-acquisto, e-mail di recupero del carrello e altre e-mail attivate. Questa è un'opportunità di cross-sell e upsell.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.