Effetti del COVID-19 sul commercio elettronico

Tutto al momento ruota attorno al preoccupante COVID-19, anche per il settore dei negozi o delle attività online. Perché in effetti ha un file ripercussione da cui non possono essere astratte per quantificare i loro effetti sulla società in generale. In questo senso, va sottolineato che il coronavirus è un'incidenza che porta con sé che la maggior parte degli e-commerce che operano in Spagna continuano a funzionare quasi come prima che iniziasse questa crisi.

L'irruzione del coronavirus nella routine ha confinato milioni di consumatori nelle loro case. Senza possibilità di uscire, se non per andare a lavorare, fare il pieno, andare in farmacia, portare a spasso gli animali, comprare medicinali in farmacia o andare al supermercato. Gli acquisti che si possono fare di persona si riducono a quei prodotti che si possono trovare in un negozio di alimentari, o ipermercato. In alcuni casi questo potrebbe non essere sufficiente e sono necessarie altre cose, per le quali le aziende online continuano a fornire i loro servizi.

Questa è una prima conseguenza di ciò che COVID-19 ha portato e che ovviamente avvantaggia i negozi online in tutto il paese. Oltre a quello che hanno aumento delle vendite dei prodotti, servizi o articoli che avviano questo tipo di aziende digitali. In tale contesto,

COVID-19 nel business digitale

Ma quest'anno passerà alla storia per la comparsa di questo pericoloso virus che cambierà le abitudini nel settore consumer: ma come influenzerà nello specifico un negozio o un'attività con queste caratteristiche? Ebbene, secondo un sondaggio condotto, le vendite tramite i media digitali sono aumentate tra il 30% e il 50% dal 3 marzo, quando è stata annunciata la prima infezione da COVID-19 nei paesi più rilevanti del mondo.

Da questa realtà, le piattaforme online offrono la possibilità di ricevere una vasta gamma di prodotti, servizi o articoli senza uscire di casa. Con l'ulteriore vantaggio che i prodotti che hanno nei negozi fisici vengono venduti anche sulla piattaforma digitale. Ciò rappresenta un rilancio nelle rispettive linee di business.

Come con l'implementazione di potenti strumenti sotto forma di applicazioni tecnologiche che ha una vasta gamma di cibo a casa, giochi, contenuti audiovisivi o culturali, tra i più rilevanti. Da questo punto di vista ottimizza la ricerca della posizione dell'utente tramite il sistema GPS. Con un aumento dei mezzi tecnologici per aumentare la domanda da parte dei clienti o degli utenti.

Cambia chip

In ogni caso, gli effetti che avrà la malattia cambieranno il modo di commercializzare i prodotti, ad esempio diminuirà l'uso del contante e salirà alle stelle l'uso delle carte, così come le transazioni attraverso le applicazioni che queste piattaforme portano su Internet . Dove è molto importante che tu tenga presente che da questo preciso momento i loro contributi più rilevanti sono i seguenti che ti esponiamo di seguito:

  • La tua capacità di raggiungere più punti sul pianeta.
  • Copre diverse linee di business, dalle proposte per il tempo libero e l'intrattenimento a quelle puramente tecnologiche. Se le esclusioni di qualsiasi tipo praticamente.
  • Il suo impatto non sarà poi così negativo rispetto all'offerta offerta dai negozi fisici o più convenzionali.
  • Rispondono meglio ai bisogni che esistono nelle case in un momento in cui la vita familiare è centrata in questi spazi chiusi.
  • Risparmia sugli acquisti riducendo le tue tariffe tra il 10% e il 20% circa, in relazione a tutte le linee di business.
  • E infine, non puoi dimenticare che si tratta di un trend di consumo che cresce di anno in anno e che in questa crisi economica potrebbe addirittura rafforzarsi nei tuoi interessi di impresa.

Impatto sulle grandi aziende di e-commerce

Il gigante cinese dell'e-commerce, Alibaba, ha riconosciuto questo giovedì che l'avanzata dell'epidemia di coronavirus (Covid-19) avrà un impatto sulla sua attività, sia in termini di ricavi che di crescita. La società ha avvertito che l'epidemia sta pesando su consumatori e venditori, il che si tradurrà in tagli alle entrate già in questo trimestre.

Altri colossi dell'e-commerce internazionale sono immersi nella stessa situazione. Dare un riferimento molto oggettivo allo stato reale del settore online nel mondo. Anche se è importante sottolineare che Jesse Cohen, analista di Investing.com, ha assicurato a Reuters che i profitti di Alibaba subiranno un duro colpo "nei prossimi due trimestri, sebbene l'attività sia abbastanza forte da superare questo crollo".

Realtà in cui si trova il settore

La gestione in un ecommerce richiede una serie di condizioni per tutelare gli interessi di questa attività professionale in formato online. Dove si trova questa crisi, può aprire nuove opportunità di business, anche se non senza rischi.

Come stabilito dal Regio Decreto 463/2020 del 14 marzo, l'operatività del servizio di consegna a domicilio e dei prodotti di prima necessità è mantenuta a livello nazionale in stato di allarme a causa della crisi sanitaria provocata dal COVID-19.

Di fronte a questa situazione, STUART, la piattaforma tecnologica on-demand che collega qualsiasi tipo di attività con la più grande flotta di partner di messenger indipendenti, ha implementato misure precauzionali in linea con le raccomandazioni ufficiali del Ministero della Salute, sia ai propri dipendenti che ai messenger indipendenti che collaborano con la piattaforma.

Con l'obiettivo di offrire un servizio che allevia gli effetti sociali ed economici della difficile situazione del Paese, la piattaforma continuerà ad essere attiva affinché tutti i suoi collaboratori che decidono di connettersi continuino ad ottenere reddito.

Per svolgere l'attività durante la quarantena, l'azienda ha implementato una politica di “Contatto Zero” consistente nell'evitare il contatto tra il messenger e il destinatario, le misure sono:

Prima di iniziare la distribuzione si consiglia di indossare gel disinfettante e guanti in lattice per evitare il contatto diretto con la pelle. Oltre ad indossare sempre un casco di protezione da motociclista e una maschera per proteggere l'accesso alle vie respiratorie, la pulizia totale degli indumenti e del materiale utilizzato e la disinfezione quotidiana del box / baule.

Durante la raccolta:

Nessuna gestione della liquidità. Gli ordini che richiedono la gestione della liquidità possono essere rifiutati o riassegnati senza che ciò abbia alcun effetto.

  • Ordinare l'imballaggio. I clienti sono stati informati della necessità di utilizzare buste completamente sigillate. Le borse saranno trattenute dai lati (non dalle maniglie).
  • Abbigliamento consigliato. Si consiglia di non rimuovere il casco e di utilizzare guanti in lattice / mani disinfettate durante il ritiro di un ordine. I guanti da moto non sono validi come strumento sanitario. Si consiglia di non utilizzarli nella consegna o nella gestione degli ordini.
  • Uso della borsa termica. Una volta ritirato l'ordine, riponilo immediatamente nella borsa termica e chiudilo completamente. Questo deve essere ben disinfettato con i prodotti corrispondenti.
  • Evita l'accumulo di distributori nei punti di raccolta. Tenere a 1.5 metri di distanza. 1 sola persona all'interno dei locali e la coda all'esterno a 1.5 m di distanza tra i distributori.

Durante la consegna:

Distanza di sicurezza consigliata. Quando si consegna un ordine, si consiglia di lasciarlo alla porta del destinatario dopo averlo avvisato dal campanello. Lascia l'ordine alla porta e attendi con una distanza minima di 2 metri fino a quando il destinatario non ritira l'ordine.

Non c'è bisogno di firma. Come accennato in precedenza, si consiglia di sospendere la richiesta di firma e contrassegnare direttamente con una X una volta che l'ordine è stato consegnato.

Massima attenzione ai commenti. Informazioni su come effettuare la consegna possono apparire nei commenti di un ordine, ad esempio: "Suona il campanello e lascia la merce sul pianerottolo". È di vitale importanza seguire queste indicazioni.

Supporto monouso per la consegna. Nel caso in cui lo stabilimento offra un tovagliolo o altro supporto monouso, questo può essere utilizzato nella consegna di un ordine in modo che la merce imballata non tocchi direttamente il suolo.

Allo stesso modo, Stuart sta applicando le raccomandazioni delle autorità sanitarie per adattarsi a qualsiasi evenienza.

“Attraverso la politica di“ Zero Contact ”vogliamo soprattutto prenderci cura dei corrieri che desiderano continuare a svolgere la loro attività in autonomia. È essenziale che tutti seguiamo le linee guida del Ministero della Salute per controllare la diffusione del virus ", nelle parole di David Guasch, Direttore Generale di Stuart in Spagna. “Dal team Stuart vogliamo trasmettere la raccomandazione di preservare la propria salute e sicurezza in qualsiasi altra circostanza. In caso di sofferenza di alcuni dei sintomi, consigliamo ai messaggeri di rivolgersi immediatamente a un medico e di seguire le raccomandazioni degli operatori sanitari ”. Dove si trova questa crisi, può aprire nuove opportunità di business, anche se non senza rischi.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.