Consigli di finanziamento per i nuovi imprenditori

Consigli di finanziamento per i nuovi imprenditori

Prendere la decisione da intraprendere non è cosa facile, soprattutto perché ti esponi mettendo a rischio parte del tuo capitale senza sapere davvero se funzionerà o meno, se hai scelto una buona idea e ci riesce. Così, molti imprenditori si lanciano alla ricerca di finanziamenti: crediti, prestiti, factoring...

Vogliamo darvi una mano e, per questo, oggi vogliamo parlarvi di quelli Suggerimenti e trucchi per il finanziamento che possono tornare utili se sei uno dei nuovi imprenditori che ha deciso di fare il grande passo e creare la tua attività. Perché non farlo con alcuni vantaggi extra?

Trucchi di finanziamento per intraprendere più in sicurezza

Trucchi di finanziamento per intraprendere più in sicurezza

Non c'è dubbio che l'imprenditorialità sia un rischio. Puoi avere l'idea migliore del mondo e non sapere esattamente se funzionerà o meno, se i clienti ti conosceranno, compreranno, consiglieranno e riacquisteranno. E questo implica mettere in gioco molte cose. Ecco perché uno dei i maggiori ostacoli all'avvio di un'impresa sono il finanziamento, cioè avere il denaro necessario per far fronte a tutte le spese, di ogni tipo, che esistono in un'impresa.

Uno dei primi consigli che viene sempre dato a qualsiasi nuovo imprenditore è quello di avere prendere in considerazione tutte le possibilità che esistono per finanziare un progetto perché, molte volte, questi "aiuti" possono essere la spinta necessaria per il successo dell'azienda. O almeno che prenda piede e vada avanti.

Vuoi più consigli? Fai attenzione.

Prendere in considerazione le fonti di finanziamento esistenti

Questo è qualcosa che non molti guardano perché pensano di non essere adatti, che devono essere restituiti o che non vengono dati a nessuno. Ed è effettivamente un errore pensare in questo modo. Soprattutto se non ti informi prima su di loro. Vedi, in Spagna non ce ne sono molti tipi, ma almeno ne abbiamo alcuni. Questi sono:

  • Finanziamento proprio. Cioè, il capitale che puoi avere per avviare un'impresa. Questo è qualcosa di facile perché dipenderà dai risparmi che hai e dai soldi che puoi offrire per avviare la tua azienda.
  • Il finanziamento delle tre f. Nello specifico: famiglia, amici e "pazzi" (famiglia, amici e pazzi). Consiste nell'utilizzare il capitale che la tua stessa famiglia, i tuoi amici o le persone che credono in te ti danno per la tua azienda in modo tale da poter ottenere più soldi. La tua partecipazione può basarsi su prestiti, donazioni o azioni della società.
  • Crowdfunding e crowdlending. Fai attenzione, perché entrambi non sono la stessa cosa. I crowdfunding sono piattaforme di micro-patrocinio. Mentre il crowdlending si riferisce a persone che offrono denaro a un tasso di interesse (una specie di prestito con quella persona o azienda).
  • Sovvenzioni. Questo è uno dei più conosciuti, ma molte volte devi leggere bene la piccola stampa per sapere se sei interessato o meno. Molte volte, non significa avere soldi per avviare la tua attività, ma che devi avere altre fonti di denaro. Ed è che queste sovvenzioni a volte richiedono troppo tempo per essere avviate e altre richiedono che l'azienda sia già attiva e funzionante.
  • Prestiti. Sia bancarie che partecipative, cioè quelle che si fanno in cambio di una partecipazione nella società.
  • Concorsi per imprenditori. Nel caso non lo sapessi, in Spagna si tengono spesso premi e concorsi il cui obiettivo è valutare progetti imprenditoriali. Il denaro guadagnato in questi è solitamente molto succoso e talvolta è sufficiente per fare il salto.
  • Linee per imprenditori. Questi provengono principalmente da banche e ICO che si concentrano sugli imprenditori per offrire loro finanziamenti. Che sì, per ottenerlo è necessario che vengano presentate avalli e garanzie.
  • Angeli del business. Sono persone che decidono di investire in progetti di impresa, cioè in progetti di nuovi imprenditori. In cambio, non solo ricevono un vantaggio economico, ma possono anche sentirsi "insegnanti" e impegnarsi affinché tutto vada per il verso giusto.
  • Bonus. Ad esempio, quando si assume personale o nelle quote proprie dei lavoratori autonomi. È un modo per avere uno sconto o una manodopera più economica grazie a quelle riduzioni delle tasse.

In realtà ci sono molte più fonti di finanziamento e il nostro consiglio è di tenerne conto perché possono aiuta il tuo progetto ad avere un canale di finanziamento che ti permette di mantenerti e persino di andare oltre.

passare da meno a più

Quando abbiamo in mente un progetto imprenditoriale, è normale pensare in grande. Ma questo è in realtà l'errore più grande che puoi fare. Ed è perché nessun progetto può andare avanti e diventare qualcosa di "grande" quando non si hanno i mezzi necessari: soldi, manodopera, comunicazioni, pubblicità...

Così, Quando inizi come imprenditore, devi andare piano piano, sapendo che i primi anni sono i più complicati e difficili, ma una volta che ti fai notare, tutto andrà molto meglio.

Costruisci un fondo di emergenza

Costruisci un fondo di emergenza

Qualcosa che pochissimi imprenditori fanno è avere a fondo di emergenza. Cioè, soldi risparmiati per affrontare alcuni problemi che arrivano inaspettatamente. Ad esempio, che in negozio non ti servano il materiale senza prima pagarlo; essere derubato e dover cambiare la vetrina del tuo negozio, ecc.

Questo, che sembra sciocco, in realtà non è tanto perché così avrai sempre un cuscino per affrontare quegli imprevisti senza danneggiare la voce di spesa e di entrata che hai quel mese.

Avere sempre una buona strategia finanziaria

Avere sempre una buona strategia finanziaria

Può essere il più noioso e noioso, ma in realtà è molto importante, ed è perché in questo modo ti assicurerai che tutti i dati siano d'accordo e non ci siano problemi contabili o perdite di denaro in azienda.

Controllando sia le spese che le entrate, ottieni sapere come gestisci i soldi e se puoi risparmiare su qualsiasi cosa.

Anche se questi possono sembrare consigli di base e che chiunque li metterà in pratica, la realtà è che molti nuovi imprenditori si buttano "in piscina" senza tenere conto di questi suggerimenti. E a volte è un grosso errore.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.