Come vendere su Wallapop

Come vendere su Wallapop

Sicuramente sai perché ne hai sentito parlare la pagina Wallapop, sia sul web che nell'applicazione. È un business in cui mette in contatto le persone in modo che possano vendere quei prodotti che non desiderano o non hanno più bisogno ad altri che possono acquistarli a prezzi più convenienti rispetto a quando li acquistassero nuovi. Ecco perché molti sono incoraggiati a imparare come vendere su Wallapop per poter ottenere un extra.

La filosofia di Wallapop si basa sul dare una seconda vita a quei prodotti che abbiamo in casa e che non usiamo più. Oltre a guadagnare spazio con la vendita, guadagni anche dei soldi, che aiutano l'economia delle famiglie.

Cos'è Wallapop

Cos'è Wallapop

Se non sei ancora entrato in Wallapop o ti suona familiare, dovresti sapere che si tratta di una piattaforma di vendita di seconda mano. Tuttavia, coloro che lavorano in Wallapop non sono coloro che vendono, ma individui che si registrano sulla piattaforma per mettere in vendita i propri prodotti.

In esso puoi vendi prodotti di ogni genere al prezzo che vuoi. Venditori e acquirenti hanno una chat in cui possono parlare tra loro e concordare il prezzo o incontrarsi per ricevere il prodotto e Wallapop offre una garanzia sul prodotto, o almeno ci prova.

Il problema è che sempre più persone stanno entrando per vendere i loro prodotti e questo rende la vendita in Wallapop non facile come potresti pensare (non sarà per appendere i prodotti e che in meno di 24 ore li hanno acquistati).

Tuttavia, ci sono alcuni trucchi che possono aiutarti.

Come vendere su Wallapop

Come vendere su Wallapop

Se hai molte cose a casa che non usi e vuoi dargli un'altra vita, allora ti aiuteremo a sapere come vendere su Wallapop in modo che i tuoi articoli non durino a lungo sulla piattaforma.

Per questo, la prima cosa di cui hai bisogno è registrarti. Ti consigliamo di compilare il tuo profilo nel modo più completo possibile perché darà agli acquirenti una maggiore sicurezza quando acquistano da te.

Una volta che hai il tuo profilo completo, è il momento di caricare il primo prodotto. Devi scegliere il tipo di prodotto che vendi, se è qualcosa che non ti serve, se è un veicolo, se sono i tuoi servizi, se è un lavoro, se è una proprietà...

Ti consigliamo di inserire le informazioni del tuo prodotto nel miglior modo possibile, senza mentire, e chiarendo tutte le condizioni in modo che in seguito non siano fuorvianti. Voglio dire, sii il più specifico possibile perché questo lo farà vendere più velocemente. Ovviamente dovrai stabilire il prezzo a cui lo vendi.

Non dimenticare di mettere le foto, tante, quante più possibile, da diverse angolazioni, lati e offrendo una visione a 360 gradi del prodotto che vendi affinché gli acquirenti possano vederlo.

Infine, dovrai impostare la tua spedizione. Dovresti sapere che quasi tutto può essere inviato da Wallapop attraverso il proprio servizio. est la spedizione è gratuita e va da 2 a 30 chili. Ma se pesa di più allora devi andare da un corriere esterno.

Una volta completato il file, dovrai solo caricarlo e, se lo desideri, promuoverlo (lì ti costerà dei soldi). E aspetta che le persone ti contattino.

Trucchi per vendere su Wallapop

Come guadagnare con l'app

Poiché sappiamo che registrare e mettere in vendita i prodotti è qualcosa di molto semplice, ci siamo spinti oltre. Ma perché vogliamo darti dei trucchi che aumentano la visibilità dei tuoi prodotti e che, in questo modo, puoi vendere più velocemente e meglio. Cosa stai cercando veramente?

Ed è che Saper vendere su Wallapop è facile da insegnare, ma come farlo con successo? Questo è più complicato, a meno che non si tenga conto di quanto segue:

Non perdere di vista la concorrenza

Questo è molto importante perché, prima di iniziare a vendere, devi vedere come lo fanno gli altri che vendono lo stesso prodotto (è qualcosa di molto possibile). Cioè, devi vedere da quanto tempo l'oggetto è in vendita, cosa mettono nella descrizione, a quanto viene venduto, ecc.

Avrai un'idea di cosa fare e cosa fare e non fare.

Attenzione ai prezzi

Non ti avvertiremo di impostare prezzi bassi in modo da poterlo vendere o qualcosa del genere. Vogliamo concentrarci sul prezzo che metti.

Ed è consuetudine arrotondare i prezzi. Cioè, chiedi 10, 20, 50 euro per un prodotto. È sbagliato? Non molto meno. Ma c'è un problema.

Ed è che molte persone limitano il prezzo dei prodotti. Ad esempio, mostrando loro prodotti a meno di 20 euro. Cosa significa? Bene, se hai dato il tuo solo 20 euro, non otterrai quelli, ma quelli che cercano meno di 25 euro, o 30 euro.

Il meglio? Come nei negozi, metti 9,95 o 9,99 o simili, mai cifre tonde perché nei motori di ricerca perderai visualizzazioni.

Un titolo ottimizzato

Sappiamo che non puoi mettere un titolo lunghissimo, ma nemmeno scarso. Devi ottimizzarlo in modo che, direttamente dal titolo, attiri l'attenzione e clicchino per vedere cosa vendi.

E come si fa? Quindi con titoli precisi, che forniscono dati e informazioni. Non costringere gli utenti a cercare quell'informazione, più "masticata" le dai, meglio è.

Se possibile, cerca parole chiave, ovvero parole con cui gli utenti possono cercare qualcosa. In questo Google può aiutarti. Ad esempio, se vendi un paio di scarpe da ginnastica, puoi inserire quella parola su Google e vedere come va a finire. Scegli le più adatte al tuo prodotto e mettile. Questo ti aiuterà a posizionarti meglio.

Usa testi brevi

Sebbene prima ti abbiamo detto di inserire la descrizione il più completa possibile, ciò non significa che sia lunga. Devi inserire nel testo tutte le informazioni che dovrebbero essere conosciute, ma devi renderlo attraente, creativo, senza stancare l'utente. Per questo, niente come il copywriting.

Le foto aumentano il valore del prodotto

Se scatti foto di qualità, quello che otterrai è che notino il tuo prodotto. Devi provare che quello che vendi, anche se è di seconda mano, sembra come nuovo. Così puliscilo prima di scattare le foto E, sì, non mettere filtri sulle immagini, perché diffideranno solo di te.

Metti tra 6 e 8 foto, se possibile solo del prodotto.

Pubblica i tuoi articoli nei giorni migliori

Lo sai che ci sono giorni in cui è meglio postare? Hai ragione. In particolare in Wallapop le vacanze e i fine settimana funzionano meglio (soprattutto la domenica).

Inoltre, all'inizio del mese e quando si ricevono i pagamenti extra, è molto meglio pubblicare perché vengono venduti prima.

Attenti al Tesoro

Sfortunatamente Hacienda è lì per prendere un pezzo di torta. Ed è che quando un prodotto viene venduto con una plusvalenza devi includerlo nella base imponibile del risparmio.

Ovviamente solo quando il prezzo di vendita è superiore al prezzo di acquisto devi pagare le tasse. E questo è qualcosa che di solito non accade in Wallapop, quindi non ci sarebbero problemi.

Ora che sai come vendere su Wallapop, hai il coraggio di farlo?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Javier Alvarez Menendez suddetto

    Resta da mettere quel wallapop limiti a 200 articoli, forza a pagare condizioni, per essere più esatti, che gli articoli che pubblico scompaiono e appaiono lentamente, blokes canon Max di 200 euro, pubblicità molto pesante, rinnovi giornalieri wallapop sta cambiando molto, ci sono molte persone che vivevano di wallapop. Associazioni ecc. Il wallapop sta morendo precipitando